Non solo tapas

Palau de la Musica CatalanaCome si sa sono poche le città che si caratterizzano per la vivacità e Barcellona è una di queste, soprattutto nell’ambito artistico. Il magnifico Palau de la Musica Catalana è un edificio che segue l’architettura modernista, fatto di piastrelle, sculture e vetrate istoriate e ha una particolarità che lo rende unico nel mondo: è l’unica sala da concerto illuminata da luce propria. Il palazzo è stato progettato da Lluìs Domènech i Montaner e la sala è stata completata successivamente nel 1908 sul sito anticamente occupato da un monastero distrutto nell’800. La facciata è tutta ricoperta di mattoni rossi e lungo la strada che la fiancheggia ci sono dei pilastri in mosaico che ritraggono i busti di Bach, Beethoven e Palestrina.

Interni da sogno

La parte che colpisce di più e rende questo posto magico è sicuramente l’interno, con la cupola concava del primo piano con vetrate istoriate che ritraggono dei coristi angelici. Sempre all’interno si trovano delle splendide sculture di Wagner e Clavé. La sua magnifica sala interna ospita ogni anno un vasto pubblico molto variegato e competente, che è disposto a fare file infinite per regalarsi una serata al Palau.

Qui si esibiscono solitamente i più grandi musicisti classici a livello mondiale e nella grande sala i concerti sono organizzati in modo grandioso. La direzione artistica ama proporre al suo pubblico non solo musica classica ma anche la canzone popolare e ha fondato con questo intento una società corale che è diventata in breve tempo il punto di riferimento del nazionalismo catalano. La stagione va da settembre a giugno e c’è sempre un programma ridotto alternativo per il fuori stagione. Per chi ama la musica più moderna passeggiando per le vie colorate di Barcellona si possono incontrare locali rock, jazz club e salse dal vivo, perché la parola d’ordine quando si arriva qui è: divertirsi!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *